News
Home » Ebook e Pdf » EVIDEON 3 – Comprensione e Guarigione (Corrado Malanga)

EVIDEON 3 – Comprensione e Guarigione (Corrado Malanga)

Ultimo capitolo della trilogia dove il Prof. Corrado Malanga chiude un capitolo molto importante nello studio del “Mondo di Evideon”.

Il concetto di Evideon nasce dallo studio condotto su diversi pazienti sottoposti aTCT. Secondo i dati elaborati da Corrado Malanga , la fisica chiama fotone un oggetto puntiforme senza massa, che ha la caratteristica di andare alla velocità della luce: un oggetto bosonico di spin pari che assume i valori di Spin, 1 e 0. In realtà il fotone assume solo valori di Spin pari ad 1 perché il valore 0 è legato al fatto che il fotone dovrebbe essere fermo. Bisogna però ricordare che nel nostro MSA, il tempo e lo spazio non esistono e dunque non esiste la velocità come rapporto tra spazio e tempo ma l’idea, peraltro errata, che le cose si muovano. In quel contesto il fotone che non si muove, deve possedere spin pari a zero. Va altresì notato come l’antifotone, per la fisica contemporanea, è sovrapponibile simmetricamente al fotone e non è la sua immagine speculare. Si tratta di un assurdo sia fisico che metafisico poiché le simmetrie dell’universo devono essere rispettate e se è valida l’idea base che l’evideone è il nulla che si rende evidente, ecco che esso sarà costituito simmetricamente da due entità: una l’immagine speculare dell’altra, poiché l’energia del sistema deve rimanere costante; essa è legata alle variazioni di simmetria totale che, per un sistema chiuso come l’universo, non sono permesse. Per alcuni fisici invece non esiste nemmeno il fotone ed appare grave misinterpretazione considerarlo una particella ma va considerato semplicemente come “radiazione” (W.E. Lamb, Jr., Anti-photon, Appl.Phys. B 60, 77-84 (1995). Va però anche sottolineato che l’anti fotone viene postulato da molti fisici ed i lavori che ne tengono conto, a livello scientifico, sono notevoli, come mostra solo il parziale elenco, di quelli più moderni, che alleghiamo di seguito. Bisogna sottolineare che, per la fisica, esistono solo le antiparticelle che possiedono carica. Se le particelle non possiedono carica elettrica esse non hanno antiparticelle, così il fotone o i Gluoni non dovrebbero avere antiparticelle anche se possiedono carica colore. L’esistenza dell’anti fotone produce la conseguenza che esistano anche gli anti Gluoni poiché costruiti da una struttura interna non escludibile a priori. Gli anti-Gluoni sarebbero fondamentalmente indistinguibili dai Gluoni poiché portatori delle stesse informazioni di colore ma interagirebbero con i Quark con regole stesse regole di simmetria, per dare prodotti con caratteristiche antisimmetriche, rispetto alle stesse interazioni tra Quark e Gluoni. In parole povere l’anti-fotone potrebbe essere rappresentabile da un fotone che, per la fisica quantistica classica, alla velocità della luce, andrebbe indietro nel tempo ed è per questo motivo che, anche se si ottenesse in un acceleratore di particelle, esso scomparirebbe immediatamente rendendosi elusivo a qualsiasi tipo di detector oggi conosciuto. Bisogna porre l’evidenza sul fatto che esistono molte teorie di fisica che cercano di spiegare qualcosa della realtà virtuale ma nessuna di esse riesce a spiegare tutto, a causa della complessità non tanto dell’universo ma della teoria di partenza che, nel tempo, ha subìto numerosi scossoni, nel tentativo di adattarla alle molteplici incongruenze, cercando di evitare di considerare l’ipotesi dell’universo virtuale privo di massa. In questo contesto e con questi preconcetti di base, i fisici hanno tentato di rabberciare una teoria che parte da punti apparentemente errati. Una delle condizioni di partenza, che potrebbero essere errate, per la teoria, sembra essere quella che insiste sulla esistenza di un ipotetico bosone di Higgs (la particella che trasporterebbe l’informazione della massa). La teoria di base del mondo delle particelle subatomiche è stata costruita da Higgs, il quale, per primo, sostiene che nella sua ipotesi di lavoro, non si riesca a prevedere la massa delle particelle che a lui appaiono puntiformi. Sulla base di questi requisiti si costruisce tutto il resto.

Link al Download

Evideon 3_Comprensione e guarigione

Fonte descrizione: http://it.evideon.wikia.com/wiki/Evideon

Loading Facebook Comments ...

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*